Quando essere musulmani non è poi tanto male

Mi segnalano questa notizia: in breve, in Egitto, una donna deve allattare un uomo per poter lavorare nello stesso luogo. E mi vien da pensare. Che nel mio ufficio c’è un turnover di donne tanto floride quanto oscene mai visto in nessun altro posto di lavoro. Pensando poi alla mia collega S., fresca di silicone (quando la vedi sfilare in corridoio, arrivano prima loro che lei, sul suo terrazzo potresti coltivarci un glicine), e all’altra mia collega J. che invece se le è fatta ridurre (una donna che non ha capito niente della vita, ha meno di trent’anni ed è incinta ogni due per tre), direi che la materia prima non manca. Potrebbero accordarsi per aprire una latteria sociale (se solo non si odiassero a vicenda visto che la prima è la zoccolaggine impersonificata, la seconda il gattamortismo bigotto più cristallino). Per noi colleghi maschi, altro che allattamento. Scorte di burro, yogurt e formaggi a volontà.

  • la miglior battuta della mia collega S. è: “posso offrirti un caffè? …se vuoi te lo macchio!” (portandosi una mano sotto al seno plasticoso)
  • la miglior battuta della mia collega J. è (al telefono inviperita col marito) “ma quante volte ho detto a quella rompip*lle di tua madre che si faccia i c*zzi suoi?”. (Dopo 5 minuti, trasfigurata, al telefono con la suocera) “Ah, sì guaaardi per fortuna che c’è leeeeei che si occupa di sistemare queste cooooose sempre nel miglioooore dei moooodi“.

Che cinema. E poi mi chiedono perché mi voglio licenziare.

[modalità codadipaglia ON] Mi scuso a posteriori per l’eccessivo maschilismo di questo post, devo aver preso un’insolazione l’altro giorno in spiaggia [modalità codadipaglia OFF]

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.