Bob Sinclair – Sound of freedom

Pensavo fosse invidia. Invece trattasi di amore. Puro e spassionato, quel sentimento che provo per Bob Sinclair, il deejay più “paninaro” del momento. Io, a Bob, vorrei aggrapparmici come un panda col bambù, vorrei frequentare il suo studio di registrazione talmente tanto da usucapirlo, vorrei condividere con lui una cuffia AKG a due piazze, vorrei mixare insieme a quattro mani tutti i suoi successi (e non solo quelli più recenti e conosciuti, ma anche quelli ormai datati come “I feel for you”, “The beat goes on” e “Kiss my eyes”). Il suo nuovo pezzo, “Sound of freedom“, tanto per cambiare, riprende un brano degli anni 90 (“Everybody’s free” dei Rozalla, per la precisione) stravolgendolo completamente e regalandogli nuova linfa. Ed è l’anticipazione del nuovo album (Soundz of freedom) del deejay francese, uno dei pochi supersiti del genere discotecaro che è riuscito a spopolare nelle classifiche internazionali con della musica da ballare, nell’ultimo anno. Fresco, estivo, moderno, tamarro quanto basta, “Sound of freedom” è un inno reggaeton che unirà i cinque continenti. Ed è il suo miglior pezzo di sempre, superiore anche a “Love Generation”. Merita il successo che avrà.

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.