Grande Fratello 7 – Vince Milo Coretti

Per cause di forza maggiore non sono riuscito a coprire l’evento con una adeguata chissenecronaca. A dire il vero l’ho seguito talmente poco questo Grande Fratello 7, che a malapena mi ricordavo i nomi dei concorrenti. L’unica cosa certa è che la settima edizione del progenitore di tutti i reality è stata la più prostrata della storia, quella più artificiosa, più volgare e con meno argomenti di interesse comune. E anche che le gobbe della cammella Marcuzzi, dopo tre mesi, continuano ad essere instabili, a vivere di vita propria e a subire perpetue scosse di assestamento.

Alla fine, insomma, ha vinto Milo, che all’inizio sembrava pure simpatico, ma vedendo “Mai dire Grande Fratello”, risultava uno zotico patentato, invadente e pesante (non solo fisicamente). Uno di quelli che i cinquecentomilaeuro del montepremi potrebbe spenderseli in tornei clandestini di playstation (o di rutti).

Gli unici interrogativi che mi rimangono sono:

1) Ora che è uscita, Guendalina svelerà finalmente la sua vera età, oppure aspetterà che vengano pubblicate quelle foto dove è stata paparazzata durante la spedizione dei Mille (mentre, tra Marsala e Messina, se li ripassava tutti)?

2) Dopo Montrucchio e Argentero, quale ruolo marginale in quale squallida fiction di periferia televisiva spetterà all’inutile belloccio secondo classificato Alessandro? Con quella espressione perennemente monocorde (ed il suo curriculum da pompiere) riuscirà ad interpretare perlomeno l’idrante al fianco di Alessandro Gassman in Codice Rosso 2?

3) Ma in tutto ciò, Tiziano Fesso, cosa c’entrava?

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.