Borat

Non ho visto Borat, nè mi passerebbe mai per l’anticamera del cervello di farlo. Anche perchè un film presentato com claim del tipo:

Il film più divertente di tutti i tempi

oppure

Un film che riporterà le ambulanze fuori dai cinema

sinceramente, mi sa tanto di bufala megagalattica da dieci chilometri di distanza. Tra l’altro avevo già catalogato l’attore Sacha Baron Cohen, visto in qualche comparsata su Mtv, un personaggio di serie zeta, al cui confronto i comici del Bagaglino sono Totò. Leggendo in giro ho scoperto che la mia vicina di blog Engi ha fatto la follia e si è lasciata accalappiare dall’esagerata propaganda per il reporter kazako (oppure dall’ormai trendyssimo costume verde) ed ha visto il film. Per cui se lei lo giudica in questi termini, credo proprio che ci si possa fidare:

avrei dovuto sospettare qualcosa quando i due davanti a me hanno cominciato a litigare insultandosi pesantemente e accusandosi a vicenda di aver preferito Borat a Barnyard – Il cortile, ma sono stata superficiale, potevo fuggire, ma ho preferito restare. E così mi son beccata la storia di un povero idiota, brutto e mal vestito, presuntuoso e volgare, maleducato e ignorante, che vorrebbe far ridere, ma non è più divertente delle barzellette sui carabinieri: alla prima ridi, alla seconda fai una smorfia isterica, alla terza chiedi perdono anche dei peccati che non hai commesso purchè sia finita!!! (tratto dal blog di Engi)

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.