Hilary Duff – Dignity

Un album introspettivo, ma tutto da ballare“. Così Hilary fuffaDuff presenta il suo nuovo disco. Probabilmente quando ha pensato a questa definizione era in preda ad una dose esagerata di lucidalabbra al lampone. Che purtroppo non è il sapore che ti rimane quando la senti cantare. No, quando la senti cantare ti resta come un retrogusto di cavolini di Bruxelles.

La carriera di Hilary è stata davvero strana. E’ l’unica cantante che ha esordito sul mercato discografico con un greatest hits senza aver mai fatto le hits. Una che è stata definita “la nuova Avril Lavigne”, mentre Avril Lavigne tentava disperatamente di trasformarsi nella “vecchia Hilary Duff”. Si è sempre trovata al posto giusto nel momento giusto: anche sul palco di Sanremo l’anno scorso, invitata come superospite straniero ad esibirsi verso le due di notte. Il suo pubblico dormiva e lei non se ne voleva più andare, tanto che Panariello ormai la scambiava tranquillamente con Ilary Blasi.

With love” è il primo singolo estratto da “Dignity“, un lavoro dove la Duff afferma che la dignità è una cosa da costruire con impegno e dedizione. Certo, impresa davvero problematica, se una vuole farlo cominciando da una canzone del genere.

Leggi anche la rettifica a quanto sopra

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.