Fincipit

Piove su le tamerici salmastre ed arse,
poi se nevicasse potremmo pure andare a sciare

Nel mezzo del cammin di nostra vita
capii che era giunta l’ora di cedere a quel lifting

Tu scendi dalle stelle,
ma con lo shuttle faresti prima

No, non è demenza senile. Trattasi del mio personale contributo alla causa dei fincipit, l’ultimo baluardo creativo espugnato dalla blogosfera. L’idea dietro al neologismo è quantomai semplice e infettiva, tanto da diventare in poche settimane una vera e propria moda tra blogger e commentatori, facendo rimbalzare il fenomeno anche sulle pagine di cultura della stampa nazionale. Scrivere un fincipit è più semplice di quanto non sembri: basta prendere l’inizio di un’opera nota (poesia, canzone, romanzo o quant’altro) e terminarla subito in modo originale, inaspettato e possibilmente ironico. Un po’ come fa Flavio Oreglio con le sue poesie catartiche. Le menti che hanno inventato i fincipit sono già al lavoro per raccogliere le frasi migliori in un libro. Che, sono certo, costerà poco. A proposito:

Silvia, rimembri ancora
che avanzo da te 50 euro?

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.