Doveri d’autore

Phlexo, musicista, amante del rock vero e del grunge, mi scrive chiedendomi di dedicare un po’ di spazio al gruppo che ha forgiato un gran bel pezzo di storia del rock. Ma che c’è da dire sul mito dei Nirvana e sulla loro icona incontrastata Kurt Cobain, che non sia già stato detto?

Una curiosità c’è, ed è comparsa recentemente sul prestigioso Forbes. Kurt Cobain, per la prima volta, batte Elvis Presley nella classifica di quegli artisti che riescono a fare soldi pure dopo essere morti. Oggi i suoi eredi incassano camionate di dollari di diritti d’autore, ma chissà se, in vita, Kurt ha espletato tutti i suoi doveri d’autore. Perchè conoscendo anche marginalmente la sua storia, viene il legittimo dubbio che l’icona non sia poi tale per meriti oggettivi, ma più che altro perchè speculare a posteriori sulla figura di qualche defunto (dai santi ai cantanti) è sempre un ottimo business. Oggi Cobain incarna indubbiamente molti sogni di altrettanti suoi fans. Ma, sinceramente, anzichè essere bello, dannato e miliardario postumo, preferirei di gran lunga essere brutto, d’annata e povero in canna. Ma vivo.

About the author

Chissenefrega

© 2006-2014 - Chissenefrega 2.0 #whocares #zeroodio #tantoammore - Created by Meks. Powered by WordPress.